Scacchi e boardgames - Blog Scacchistico - Greenchess allenatore di scacchi

Scritta Greenchess
Importante per visualizzare immagine aggiornata sito premi f5
Logo Greenchess
Greenchess logo
Vai ai contenuti

Menu principale:

Scacchi e boardgames

Greenchess allenatore di scacchi
Pubblicato da in boardgames ·
Tags: boardgameshive
Scacchi o boardgames: perché non tutti e due? Una selezione ragionata di giochi propedeutici agli scacchi.

Credo sia l'incubo di ogni istruttore di Scacchi, o almeno di quelli senza molta esperienza, come me. Gli occhi dei piccoli allievi dopo il primo quarto d'ora cominciano a staccarsi dalla scacchiera e a vagare sulle altre, quindi, indugiano sui cartelloni dei muri e poi, il bambino si alza e comincia a vagare per l'aula, disturbando gli altri e creando un effetto valanga.

Può essere stanchezza, assenza di stimolo perché l'avversario è troppo forte o troppo debole oppure, semplicemente, il bambino vuole più colore, più varietà, non è sufficientemente attratto dagli scacchi. Se siamo a scuola non possiamo fare nulla, ma se siamo al circolo, qualcosa si potrebbe tentare.

Perché portare un boardgame in un circolo scacchistico.

Seguono i risultati di una domanda che ho posto in una popolatissima pagina Facebook dedicata ai boardgames. Ex scacchisti e non scacchisti, giovani e meno giovani hanno detto la loro. Non me lo aspettavo, ma ne è uscito un mini sondaggio che vorrei riproporre anche a chi gioca a Scacchi regolarmente o li insegna.
Quando accade che l'attenzione cala, che cosa fare? Certo, ci sono alternative classiche agli scacchi, consigliate da molti allenatori, come la Dama o gli scacchi eterodossi (960, mangia-mangia), o i mini giochi che hanno anche l'indubbio pregio di soffermare l'attenzione solo su alcuni aspetti della strategia. Allenarsi con regole diverse significa svecchiare il processo di pensiero, creare nuove connessioni, cosa che non può non avere ripercussioni positive anche sulla forza scacchistica.
Si potrebbe sostenere però che variare sul tema potrebbe essere produttivo in un altro modo, dato che giochi di strategia in cui rientri un pizzico di alea, o giochi che abbiano un'ambientazione (non astratti, quindi) potrebbero contribuire a variare il menù e mantenere un pò più alte le iscrizioni nei nostri circoli.
Sapevate, tra le curiosità, che esiste anche una versione degli Scacchi come gioco di ruolo?

Ma ecco i risultati del minisondaggio, ove ho ammesso i giochi che hanno raggiunto un minimo di due voti, proprio per conservare la varietà. Il requisito era che fossero giochi in cui la strategia sia predominante, senza necessariamente eliminare del tutto il fattore fortuna (di solito gestito mediante carte). Per il resto, ampia libertà ai suggeritori, che sono intervenuti in più di sessanta! Premessa: non conosco che una minima parte di questi giochi, ma ognuno potrà giudicare, dopo aver dato un'occhiata alle recensioni, quale faccia al caso suo ed approfondire o...comprare direttamente e portare al circolo! Ricordate solo che per diventare ludoteca una ASD deve cambiare Statuto, ma non credo ci siano preclusioni sul portare quaslche boardgame in un circolo di scacchi. Buono studio e buon gioco.

La classifica

Nome gioco (numero di ricorrenze nel sondaggio)
  1. Hive (9)
  2. The duke (5)
  3. Tash-Kalar (3)
  4. Genial (3)
  5. Onitama (2)
  6. Kamisado (2)
  7. Neuroshima Hex (2)
  8. The king is Dead (2) cioè la traduzione di Scacco Matto in inglese; un motivo ci sarà!
  9. Carcassonne in due giocatori (2)
  10. Tzolkin (2)
  11. Stratego (2); un autentico classico
  12. Santorini (2), peraltro in prevendita su Kickstart.

Sperando di aver fatto cosa utile, un caloroso saluto a chi ha collaborato, cioè i simpaticissimi amici del gruppo Facebook "Giochi da tavolo".



Nessun commento


Oggi: Aggiornato:06/03/2017
Torna ai contenuti | Torna al menu