Benefici scacchi scolastici - Greenchess allenatore di scacchi

Scritta Greenchess
Importante per visualizzare immagine aggiornata sito premi f5
Logo Greenchess
Greenchess logo
Vai ai contenuti

Menu principale:

Scacchi a scuola

I benefici degli

scacchi a scuola



Secondo la Comunità europea, gli Scacchi dovrebbero essere usati sempre di più a scuola, a causa dei benefici che sono in grado di apportare in misura notevole nella fase formativa dei giovani.
Nell'immagine sotto si parla infatti di benefici trasversali a tutte le materie scolastiche, che sono di tipo:

  • Cognitivo (pensare meglio e più chiaramente, in modo sistematico),

  • Metacognitivo (realizzare l'esistenza del proprio processo mentale),

  • Sociale (realizzare l'importanza dell'altro),

  • Psicologico (autostima, gestione dello stress, tensione al risultato).


La dimostrazione del legame tra scacchi ed insegnamento della matematica è stata anche esplorata tramite numerose ricerche, alcune delle quali condotte anche nelle scuole italiane.

Cosa è stato fatto nelle scuole italiane

La raccomandazione citata non è ancora stata attuata nelle scuole italiane, evidenziando in tal modo i soliti cronici ritardi del sistema-Italia. In questo siamo dietro alla Turchia, alla Grecia, a diversi paesi del Sud America oltre che, naturalmente, alla Federazione Russa! In Italia, la Federazione Scacchi riconosce un titolo di istruttore a tutti coloro che abbiano la buona volontà di conseguirlo, ma le scuole sono autorizzate a chiamare qualunque sedicente "esperto scacchistico", anche se non dotato di titoli di insegnamento o comprovate abilità pedagogiche.

E'superfluo ricordare che non necessariamente un forte scacchista è anche un buon istruttore, perchè gli scacchi scolastici hanno un obiettivo ben diverso dagli scacchi agonistici.

Sono in corso anche tentativi di coinvolgere gli stessi insegnanti nell'insegnamento degli Scacchi ai loro allievi, ma va detto che per gli insegnati non è facile trovare e giustificare spazi nei programmi ministeriali, anche quando sono convinti della loro utilità.

La Federazione italiana scacchi e la diffusione del gioco in Italia



Andare in ordine sparso, basarsi sulla buona volontà dei singoli istruttori (spesso scarsamente o non retribuiti dalle scuole) o insegnanti non è sufficiente per ottenere risultati. Sarebbe necessario un coordinamento a livello nazionale, con protocolli e requisiti stabiliti una volta per tutte per gli istruttori sparsi sul territorio. La parte che la Federazione Italiana Scacchi può giocare in tutto questo è determinante, ma i risultati si fanno attendere. Il Bilancio federale è piccolo, e scarsissime (nemmeno 2000 € su quasi un milione di € di entrate) sono stati dedicati allo sviluppo ed al sostegno delle attività scolastiche nel 2013. La mentalità federale è ancora troppo volta al sostegno delle iniziative agonistiche, cioè tornei (basti pensare che all'alta formazione di giocatori come Caruana la FSI devolve circa 80.000 €, cioè il 9% del bilancio federale). Se sono tante le categorie, in Italia, che auspicano un opportuno intervento legislativo per dare alla loro professione un adeguato riconoscimento, forse è perchè poche lobby, ma molto potenti, sono in grado di bloccare lo sviluppo del paese, a detrimento dei diritti delle future generazioni. La crisi attuale, con la nostra incapacità di ripresa, lo testimonia ampiamente.

Benefici del gioco degli scacchi
Greenchess e Benefici Scacchi scolastici da Wild Alex
Riprodotto da "Giocare a Scacchi-manuale per gli insegnanti", A.Wild, ed. Ediscere
Oggi: Aggiornato:06/03/2017
Torna ai contenuti | Torna al menu